Ciulli alle Paralimpiadi di Tokyo. Basket in carrozzina. Siglato accordo per lo Sport

Simone Ciulli è stato selezionato per il nuoto alle Paralimpiadi di Tokyo. I complimenti all’atleta, che ha aperto con molta simpatia le Olimpiadi della Città Metropolitana di Firenze, dal consigliere della Metrocittà delegato allo Sport Nicola Armentano.
“Sei una persona speciale – scrive Armentano in un post su Fb – La tua passione, la tua tenacia, le tue doti e qualità hanno prevalso. Non avevo assolutamente nessun dubbio. Giusto premio per chi ha dentro ‘testa e cuore’. Ora hai raggiunto un traguardo unico e meritato, come sempre”.
Videointervista a Simone Ciulli, che alle Paralimpiadi di Tokyo sarà in vasca a caccia di una medaglia: “Essere qui è speciale. Ringrazio il consigliere allo sport della Città Metropolitana Nicola Armentano per avermi scelto. Mi sto allenando al massimo per fare una grande Olimpiade”. (lb, mb)

Su https://youtu.be/vHdSbB6T-aQ la videointervista utilizzabile da social e media

Olimpiadi Metropolitane, il basket in carrozzina come esempio di inclusione. La pallacanestro come esempio di inclusione, rispetto e solidarietà. All’interno delle Olimpiadi Metropolitane e sul rinnovato campo della scuola Dino Compagni di Firenze, ad essere assoluto protagonista è stato il basket in carrozzina, sport praticato dai disabili ma a cui possono partecipare atleti normodotati, in un bellissimo connubio che aumenta il divertimento e la partecipazione. A sfidarsi sono state la Tds Livorno, nelle immagini in maglia amaranto, e la neo nata Wolf Pistoia, già nota per la sua tradizione nel basket giovanile e che proprio ultimamente ha deciso di formare una squadra in carrozzina.
Alla partita di esibizione, divisa in 4 tempi da 8 minuti l’uno, ha partecipato anche il presidente del Comitato Paralimpico Toscano Massimo Porciani, ed è stata seguita a bordo campo dal presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi. Punteggio finale 20-11 per la Tds Livorno, che ha sfruttato una maggior precisione al tiro e un miglior gioco di squadra. Quello che contava però, come nel caso del sitting volley o dei tornei di bocce e tennis tavolo e in particolar modo dopo i mesi di lockdown, era rilanciare il messaggio che lo sport è per tutti. (lb)

Su https://youtu.be/nFlKKg5264Y il video di Florence Tv utilizzabile da social e media

 

Sport per l’inclusione e la promozione della salute nella Metrocittà Firenze. Sviluppo dello sport quale motore per l’inclusione sociale e la promozione della salute. A questo punta un accordo triennale di collaborazione siglato da Città Metropolitana di Firenze, Dipartimento di medicina sperientale e clinica dell’Universita degli studi di Firenze e Coni, firmato da Nicola Armentano, consigliere della Metrocittà delegato allo Sport, Francesco Annunziato (direttore del Dipartimento) e Simone Cardullo presidente del Coni. Nell’ottica della massima partecipazione e rimuovendo ogni ostacolo che impedisca a tutti i cittadini di essere informati sull’esercizio del diritto alla pratica sportiva, nell’ambito di una piena collaborazione coordinata territoriale. I sottoscritori perseguono questi obiettivi anche come soggetti promotori che partecipano in modo aggiuntivo alle politiche nazionali e regionali.

“Una collaborazione importante nasce oggi con questa convenzione tra Coni Regionale, Universita di Firenze e Citta Metropolitana – dichiara Nicola Armentano, consigliere delegato allo Sport – Lo sport è momento di crescita di una comunità. Lavorare insieme e a fianco di queste due istituzioni aiuterà a rafforzarne la presenza sui territori nell ottica di promuovere la crescita sportiva e di valori delle giovani promesse sportive, sensibilizzando sullo sport come occasione di salute preventiva. Ringrazio Simone Cardullo e Francesco Annunziato per aver voluto con noi questo significativo accordo”.

In qualità di Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica, sede del Corso di Laurea triennale di Scienze Motorie Sport e Salute, della magistrale di Scienze e tecniche dello sport e delle attività motorie preventive e adattate e della Scuola di specializzazione di Medicina dello sport e dell’esercizio fisico, della Scuola di Scienze della Salute Umana dell’Università degli studi di Firenze Francesco Annunziato è “molto soddisfatto nel siglare questo accordo che ha come scopo principale dare continuità, certamente implementando, la collaborazione con Città Metropolitana e Coni sul tema dello sport quale motore per l’inclusione sociale e la promozione della salute. Dopo quanto accaduto nell’ultimo anno, questo è un tema di forte interesse sociale che richiede l’impegno e la collaborazione di tutte le istituzioni, ognuna con le proprie competenze”.

Integrando e coordinando funzioni ·amministrative e tecniche, i tre enti potenzieranno le attività di informazione e divulgazione, creando e gestendo sulle pagine web istituzionali una piattaforma divulgativa e informativa sulle attività ed iniziative sportive del territorio. Insieme lavoreranno anche alla raccolta di informazioni statistiche utilizzando anche fonti di finanziamento regionale, nazionale e europeo. Lo scopo è quello di intercettare le esigenze del mondo sportivo ed, i nuovi bisogni che emergono in un contesto sociale fortemente dinamico anche alla luce delle limitazioni imposte dal distanziamento Covid; promuovere azioni nell’ottica della massima partecipazione; rimuovere ogni ostacolo che impedisca a tutti i cittadini di essere informati sull’esercizio del diritto alla pratica sportiva; promuovere il diritto allo sport come strumento di inclusione sociale e di prevenzione della malattia.
Sulla pagina web saranno pubblicate tutte le informazion relative al diritto allo sport, con le informazioni per il conseguimento dell’idoneità sportiva, per la valutazione funzionale di atleti di alto livello e per programmi di sviluppo che comprendano valutazione complessa clinico-strumentale per categorie a rischio; quindi informazioni in materia di prevenzione delle malattie attraverso la pratica sportiva; buone pratiche della attività sportiva; enti e associazioni del territorio utili e loro iniziative anche sotto l’aspetto dell’inclusione sociale; dati statistici inerenti i temi della pratica sportiva e della salute.
La cabina di regia sarà coordinata dalla Città Metropolitana, che implementerà le pagine web e organizzerà un evento annuale per la presentazione dei risultati ottenuti.

Il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica e Coni offriranno ciascuno una consulenza specifica e forniranno, aggiornadoli, dati e informazioni

Viene creata una Conferenza dei rappresentati delle Amministrazioni per il coordinamento delle attività e la vigilanza e il controllo sull’esecuzione dell’ Accordo , presieduta dalla Città Metropolitana di Firenze e con sede in Palazzo Medici Riccardi, vigilando sulla tempestiva e corretta attuazione dell’Accordo; individuando gli ostacoli di fatto e di diritto che si frappongono alla sua attuazione proponendo le soluzioni idonee alla loro rimozione; provvedendo, dove necessario, alla convocazione dei soggetti sottoscrittori e di altri soggetti eventualmente interessati, per l’acquisizione dei pareri in merito alla attuazione dell’Accordo ; risolvendo eventuali controversie in ordine all’interpretazione e all’attuazione dell’intesa; approvando il rendiconto finale delle iniziative .
La Conferenza relazionerà agli Enti partecipanti, almeno ogni sei mesi, sullo stato di attuazione dell’Accordo.