Sesto. Sopralluogo di Fallani e Falchi al nuovo liceo Agnoletti

SOPRALLUOGO FALLANI E FALCHI

Il Consigliere delegato all’Edilizia scolastica per la Piana Sandro Fallani e il Sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi hanno compiuto questa mattina un sopralluogo con i tecnici della Metrocittà all’istituto Agnoletti. Presenti il dirigente scolastico dell’Agnoletti Silvia Baldaccini, la Vicesindaco Claudia Pecchioli e l’assessore all’Istruzione Sara Martini.

“I lavori per la realizzazione del nuovo plesso nell’area del Polo scientifico di Sesto – spiega Sandro Fallani – procedono spediti per raggiungere l’obiettivo di avviarvi l’attività didattica dopo le festività natalizie. Ringrazio quanti hanno lavorato al progetto, conducendolo in porto nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria”.

“Questo sopralluogo è stato l’occasione per fare un punto della situazione dello stato di avanzamento dei lavori, ormai arrivati alle loro fasi finali – dichiara Lorenzo Falchi – Grazie all’impegno delle Istituzioni, a partire dalla Città Metropolitana, siamo riusciti a rispettare i tempi che ci eravamo dati e siamo ormai alle rifiniture finali di un intervento importante. Gli studenti saranno accolti in un edificio funzionale e innovativo, inserito in un contesto formativo straordinario come il Polo Scientifico. Ci sono ancora dettagli da definire e alcuni aspetti da approfondire su cui lavoreremo senza sosta nelle prossime settimane, a partire dal tavolo aperto per l’adeguamento del trasporto pubblico a servizio del liceo, ma con orgoglio possiamo dire che nella nostra città sta prendendo forma un campus delle scienze unico a livello nazionale.

La modernissima nuova sede è stata organizzata in 36 aule, cinque laboratori, un auditorium, ampie aree parcheggio e una palestra dedicata anche all’utenza esterna. L’edificio scolastico è stato progettato ad altissima prestazione energetica, per minimizzare i consumi. Sono stati concepiti spazi flessibili e polifunzionali, mutevoli nel tempo a seconda delle esigenze, utilizzando le più moderne tecnologie, sale per esposizioni, biblioteca, sale di studio, laboratori dedicati, aree per facilitare lo studio e l’apprendimento ma anche per consentire l’aggregazione e la socializzazione tra gli studenti.
Il costo di tutto l’intervento, stimato in 17,6 milioni di euro, è stato finanziato per 10 milioni di euro da Regione Toscana, per 7 milioni di euro dalla Città Metropolitana di Firenze, per 600 mila euro dall’Università di Firenze.