Progetti di sensibilizzazione nelle scuole sugli stereotipi di genere

BANDO
per selezione progetti e assegnazione contributo ad azioni di sensibilizzazione/formazione nelle scuole per la lotta agli stereotipi di genere – visti anche come generatori delle dinamiche di violenza domestica – e per la promozione di un’equa distribuzione del lavoro di cura all’interno della famiglia, di cui alla Delibera GRT 1077/2015.

ANNUALITÀ 2016-2017
Avviso Pubblico aperto fino a Venerdì 27 Maggio 2016, ore 13.00

progetti di sensibilizzazione nelle scuole sugli stereotipi di genere

È aperta fino alle ore 13.00 di Venerdì 27 maggio 2016 la partecipazione all’Avviso Pubblico della Città Metropolitana di Firenze – Direzione “Cultura, Turismo, Istruzione, Sociale e Sport” – per la selezione di progetti, da realizzarsi nell’anno scolastico 2016/2017, di sensibilizzazione/formazione nelle scuole per la lotta agli stereotipi di genere – visti anche come generatori delle dinamiche di violenza domestica – e la promozione di un’equa distribuzione del lavoro di cura all’interno della famiglia.

L’Avviso, approvato con Atto Dirigenziale n. 806 del 29/04/2016, è emanato ai sensi della Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 1077 del 16/11/2015 che — individuando nella sensibilizzazione/formazione rivolta alle scuole, una delle più importanti azioni di contrasto agli stereotipi di genere, visti anche come generatori delle dinamiche di violenza domestica, e di converso, una buona occasione per promuovere l’equa distribuzione del lavoro di cura all’interno della famiglia — ha assegnato alle Province e alla Città Metropolitana di Firenze risorse regionali per la realizzazione di progetti su queste tematiche (€ 50.000,00 per ciascun Ente).

I progetti presentati per questa selezione dovranno concludersi entro il 15 giugno 2017 e prevedere la realizzazione, nell’Anno Scolastico 2016/2017, di azioni di sensibilizzazione/formazione nelle scuole primarie (IV e V classe delle elementari) e secondarie di primo grado (le tre classi della Scuola Media inferiore) del territorio della Città Metropolitana di Firenze, volte alla lotta agli stereotipi di genere, visti anche come generatori delle dinamiche di violenza domestica (LRT 59/2007), nonché a favorire l’equa distribuzione del lavoro di cura all’interno della famiglia e delle responsabilità familiari uomo-donna, in coerenza con il principio della conciliazione vita – lavoro stabilito dalla LRT 16/2009.

Possono presentare i progetti:
1) le Associazioni di promozione sociale iscritte al Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale – Articolazione Città Metropolitana di Firenze – ai sensi della LRT 42/2002, che dimostrano di avere un’esperienza di almeno tre anni nelle tematiche oggetto del Bando maturata negli ultimi cinque;
2) le Organizzazioni di Volontariato, iscritte al Registro Regionale del Volontariato – Articolazione Città Metropolitana di Firenze – ai sensi della LRT 28/1993 e successive modifiche, che dimostrano di avere un’esperienza di almeno tre anni nelle tematiche oggetto del Bando maturata negli ultimi cinque;
3) i Soggetti Pubblici – ad esclusione dei Comuni – del territorio della Città Metropolitana di Firenze, che operano nei settori delle Pari Opportunità e/o della violenza di genere.

Sarà valutato il livello di collaborazione e di partnership di altri soggetti, specialmente se sono Enti Pubblici, nella realizzazione del progetto presentato. I Comuni possono partecipare solo in qualità di partner.

Usufruendo dei finanziamenti regionali, il contributo della Città Metropolitana per la realizzazione delle suddette azioni è individuato nel massimo di Euro 10.000,00 per ciascun progetto ammesso in graduatoria a fronte di un cofinanziamento del soggetto proponente, o dei suoi partner, non inferiore al 20% del costo complessivo del Progetto. Il soggetto promotore ha l’obbligo di attestare, con idonea documentazione, il cofinanziamento in proprio, o dei partner. Almeno la metà del cofinanziamento in proprio (ossia almeno il 10% dell’importo totale del Progetto) deve essere costituito da risorse finanziarie (cash), mentre il rimanente 50% del cofinanziamento (il 10% dell’importo totale del Progetto) può consistere in risorse a valorizzazione (che, per le Associazioni Non-profit, possono essere anche attività di volontariato) comunque documentabili.

Saranno ammessi a valutazione i progetti presentati insieme alla dichiarazione di partnership rilasciata dall’Istituto Scolastico in cui il Soggetto promotore intende realizzare l’intervento.

Non verranno ammessi progetti che sono già oggetto di contributo da parte della Regione Toscana o hanno presentato richiesta di contributo per altri bandi regionali, nella fattispecie sull’art. 6 della L.R.T. 16/2009 (Progetti delle Associazioni).

I criteri per la valutazione tecnica dei progetti, oltre che nell’AVVISO PUBBLICO (ALLEGATO 1), sono descritti più dettagliatamente nella GRIGLIA di VALUTAZIONE contenuta nell’ALLEGATO “A” .
Per l’attuazione del presente Avviso è disponibile la cifra complessiva di Euro 50.000,00, ai sensi della Delibera GRT 1077/2015 e del Decreto R.T. 6140/2015.
Otterranno il contributo i progetti ammessi in graduatoria che abbiano raggiunto il punteggio minimo di 60 — conseguendo almeno 30 punti su “Qualità e coerenza progettuale” e 20 punti su “Innovazione/Risultati attesi” della Griglia di Valutazione — fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Pena inammissibilità, Il progetto dovrà essere presentato sulla modulistica contenuta nell’ALLEGATO “B” e deve comprendere: la descrizione dettagliata del programma delle attività proposte, il piano finanziario di previsione del progetto presentato, indicazioni relative all’esperienza pregressa maturata in materia, la dichiarazione di partnership dell’Istituto Scolastico in cui si intende realizzare l’intervento, ed eventuali dichiarazioni dei partner circa l’attività che svolgeranno per il progetto in questione.

Scarica il testo dell’Avviso Pubblico e la modulistica necessaria:
ALLEGATO 1. Avviso Pubblico
ALLEGATO A. Griglia di Valutazione
ALLEGATO B. Scheda Progetto
ALLEGATO C. Modulistica rendicontazione (Modulo M2 e Modulo M3)
ALLEGATO D. Informativa Privacy

Chi fosse interessato a ricevere la modulistica in formato word, lo richieda via mail al seguente indirizzo:
gianna.rodi@cittametropolitana.fi.it

MENU