Mobilty Management

Il Mobility Management è un concetto che riguarda la promozione della mobilità sostenibile nonché la gestione della domanda di trasporto privato mediante il cambiamento degli atteggiamenti e del comportamento degli utenti.

Normativa di Riferimento

PSCL

Il PSCL è “finalizzato alla riduzione del traffico veicolare privato ed individua le misure utili a orientare gli spostamenti casa-lavoro del personale dipendente verso forme di mobilità sostenibile alternative all’uso individuale del veicolo privato a motore, sulla base dell’analisi degli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti, delle loro esigenze di mobilità e dello stato dell’offerta di trasporto presente nel territorio interessato. Il PSCL definisce, altresì, i benefici conseguibili con l’attuazione delle misure in esso previste, valutando i vantaggi sia per i dipendenti coinvolti, in termini di tempi di spostamento, costi di trasporto e comfort di trasporto, sia per l’impresa o la pubblica amministrazione che lo adotta, in termini economici e di produttività, nonché per la collettività, in termini ambientali, sociali ed economici

Elenco piani di spostamento casa lavoro (PSCL)

Avviso pubblico fornitura software Movesion

La Città metropolitana di Firenze ritiene importante diffondere la cultura e la pratica del Mobility management, come strumento per migliorare la mobilità, secondo gli obiettivi del PUMS metropolitano recentemente approvato e ha deciso, in via sperimentale, di supportare le aziende del territorio fornendo, un software per la redazione dei piani di spostamento casa lavoro (PSCL).

L’iniziativa resterà aperta fino al raggiungimento del numero massimo di licenze assegnabili.

Avviso pubblico fornitura software Movesion

Convenzione Abbonamento annuale TPL Gomma tra AT e CMF

Con la sottoscrizione della presente Convenzione, le Parti definiscono gli impegni e le modalità che regolano
l’acquisto dei titoli annuali (urbani e extraurbani) di viaggio AT meglio specificati all’art. 3 da parte della CMF.

Convenzione tra CMF – AT

Bonus Trasporti Pubblici 2022

Il bonus trasporti sarà attivo a partire da Settembre; l’agevolazione può arrivare a coprire fino al 100% della spesa da sostenere e in ogni caso, non può superare il valore massimo di 60 euro per ciascun beneficiario per l’acquisto eseguito entro il 31 dicembre 2022 di un solo abbonamento, annuale, mensile o relativo a più mensilità (restano esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino).
Il bonus trasporti è destinato alle persone fisiche che nell’anno 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro.
Il contributo è esente da trattenute per contributi Inps e tassazione Irpef, e non rileva ai fini del calcolo del requisito Isee.
Il contributo non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini fiscali del beneficiario.
A copertura di questa iniziativa è dedicato un fondo pari a circa 100 M€.
Per ottenere il bonus si deve accedere al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che sarà disponibile nelle prossime settimane.

a cura della Direzione Patrimonio e Trasporto Pubblico Locale – Ultimo aggiornamento: 25-11-2022