Unità di crisi metropolitana per Gruppo Coli (Tavarnelle VP). Le istituzioni: “Difendere lavoratori e realtà produttiva in un percorso chiaro, condiviso e definito”

Ampio confronto in Palazzo Medici Riccardi sulle aziende dei settori alimentare e commerciale, investite dall’inchiesta giudiziaria. Interessati oltre 60 dipendenti.

Gruppo Coli

Si è svolto stamani in Palazzo Medici Riccardi il secondo incontro per la delicatissima situazione delle aziende Agricola Montostoli e Coli SpA, facenti parte del Gruppo Coli di Tavarnelle Val di Pesa, interessato dall’inchiesta giudiziaria dell’autunno scorso.

Oltre a Città Metropolitana e Comune erano presenti l’Amministratrice esterna, Dottoressa Gavazzi, e uno dei due Custodi amministrativi giudiziari, Dottor Borraccino, oltre ad organizzazioni sindacali e rappresentanti dei lavoratori. L’ampio confronto ha evidenziato la necessità di un percorso, chiaro e trasparente, finalizzato alla presentazione da parte dell’Amministratrice del Piano Industriale atto al rilancio aziendale a partire dalla salvaguardia occupazionale.

Le istituzioni hanno tenuto a sottolineare l’esigenza primaria della tutela dei lavoratori e al contempo della realtà produttiva, in quanto il territorio ha già subìto una ferita grave di immagine e va evitata in ogni modo una perdita occupazionale.

Il tavolo si è aggiornato fra due mesi per l’illustrazione del Piano industriale, monitorando e tenendo alta l’attenzione delle istituzioni sul tema.

01/02/2017 14.45

Città Metropolitana di Firenze  

 

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone