Trasporti pubblici, sondaggio della Metrocittà tra gli studenti sulle modalità di spostamento

Dopo aver condotto una serie di incontri con le scuole e le parti interessate, la Città Metropolitana di Firenze ha predisposto un sondaggio al fine di definire in modo ancora più puntuale le esigenze del trasporto pubblico locale e scolastico. Il questionario è stato diffuso tra gli studenti delle scuole superiori del territorio, in collaborazione con i Dirigenti scolastici e i Comuni, per conoscere i loro spostamenti da casa agli istituti e le modalità per effettuarli.

Il questionario può essere compilato dagli studenti all’indirizzo web https://cittametropolitanafirenze.055055.it/wfol/questionario-spostamento-casa-scuola-casa-istituti-superiori

La Metrocittà ha costruito con tutti gli interlocutori un modello articolato per l’organizzazione dei trasporti pubblici durante l’emergenza sanitaria: le corse resteranno come prima, nel rispetto delle norme sanitarie anti-Covid, e la Metrocittà è pronta a intervenire con un potenziamento laddove se ne riscontri la necessità. Le risposte degli studenti aiuteranno a renderlo ancora più puntuale prima dell’avvio dell’anno scolastico, in modo da essere preparati sotto ogni aspetto. Per questo chiede a tutti i ragazzi di partecipare e dire di più sulle loro modalità di spostamento.
Insieme alla classe di appartenenza per l’anno scolastico 2020/2021, si chiede a ogni studente come raggiungeva solitamente la scuola prima dell’emergenza sanitaria (se a piedi; bicicletta; moto o motociclo; autobus extraurbano; autobus urbano o tramvia; treno; auto come passeggero; auto come conducente; auto e treno o bus; treno e bici; monopattino elettrico; altro); quindi come pensa di raggiungere l’istituto in questo nuovo anno scolastico; quali mezzi utilizzava al ritorno prima del Covid; come lo studente intende rientrare quest’anno da scuola; se ciascun studente ha note o suggerimenti sulle tematiche degli spostamenti casa-scuola.

Su https://youtu.be/70khAA3XPtA il video di Florence Tv utilizzabile da social e media

MENU