“Qualità della vita”, Metrocittà Firenze: “Qui si vive di più”

Nella classifica del ‘Sole 24 Ore’ al primo posto per la longevità in Italia e per tutti i parametri tra quelle toscane. + 8 per cento per affari e lavoro. + 23 per cento per ricchezza e consumi. “Leggere bene i dati”

La provincia di Firenze si conferma al primo posto tra quelle della Toscana nella classifica “Qualità della vita 2018” pubblicata oggi dal Sole 24 Ore. “Le classifiche sono un gioco suggestivo – commenta Benedetta Albanese, consigliera delegata della Città Metropolitana di Firenze – ma la lettura dei dati va fatta con attenzione e nello specifico, per non cadere nell’errore di giudizi avventati – come per una precedente classifica rivelatasi errata – o di commenti disfattisti, mentre la qualità della vita qui è per molti aspetti più che soddisfacente”.
Se guardiamo le classifiche tematiche, Firenze è al 16° posto (+23 rispetto al 2017) per “ricchezza e consumi”. In particolare, la provincia di Firenze è tra quelle con il Pil pro capite più elevato: al 5° posto subito dopo Milano, Bolzano, Bologna, Modena, a pari merito con Parma, con un valore di 33.300 euro (Pil pro capite 2017).
Ed è vero che Firenze è al 104° posto per i canoni medi di locazione (in provincia di Firenze gli affitti sono più cari che altrove, a parte Milano, Venezia e Roma), ma è anche al 3° posto assoluto (dietro Roma e Milano) per il prezzo medio di vendita delle case (4.300€ a metro quadro).

Anche nella classifica “Affari e lavoro” Firenze è in crescita (+8 rispetto al 2017) e sale al 20° posto. Qui il dato più rilevante è quello del tasso di occupazione, per il quale – esattamente come per il Pil pro capite – divide la 5^ posizione con Parma, con un tasso di occupazione del 69,3% nel 2017 (15-64 anni).

Su “Cultura e tempo libero” Firenze è in 2^ posizione, superata solo da Rimini. Questo indicatore è ricavato dal numero di librerie e sale cinematografiche, dall’offerta culturale, dalla permanenza media dei turisti nelle strutture ricettive, dalla spesa per spettacoli, ma anche dalla forza del volontariato calcolato sul numero di Onlus (Firenze è 3^ con 69,6 onlus oni 100mila abitanti) e dall’indice di sportività che vede Firenze al 5° posto.

Per “Ambiente e servizi” Firenze è all’11° posto e spicca in particolare il dato della “speranza di vita media alla nascita”, dove Firenze condivide la 1^ posizione con Prato (84 anni).
Nella speciale classifica “iCity rate” (indice delle smart city riferito ai capoluoghi) la città di Firenze è al 2° posto dietro Milano e prima di Bologna.

Paradossalmente, essendo la provincia con la più alta longevità, allo stesso tempo Firenze scende nella parte bassa della classifica specifica sulla “demografia”, evidentemente per i dati bassi sulla natalità (tasso di fecondità), anche se non figura mai nelle ultime posizioni.

Il dato meno positivo è quello relativo a “giustizia e sicurezza”, che riguarda i tempi dei processi, gli indici di litigiosità e i casi di microcriminalità e dove incidono in particolare i delitti connessi agli stupefacenti e i dati su “scippi e borseggi”, ma non è un caso che su questo punto Firenze condivida le ultime posizioni con altre città a forte pressione turistica come Venezia, Roma e Pisa, oltre che con Rimini, Milano, Bologna, Torino e Genova. E comunque in questo caso Firenze sta recuperando posizioni. La Città Metropolitana ha dato il via, con il Tribunale, agli sportelli per la ‘Giustizia di prossimità’ che consentiranno un più rapido approccio dei cittadini ai problemi giudiziari e una loro più veloce soluzione.

17/12/2018 16.04
Città Metropolitana di Firenze

MENU