Mugello, 18 nuove aule al Chino Chini e rilancio del centro di Crespino del Lamone

1_Sindaci_in_Mugello
La valorizzazione e lo sviluppo del Mugello tra due importanti Città metropolitane, Firenze e Bologna, e tra due regioni, Toscana ed Emilia-Romagna. Con un gioco di squadra tra il sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella ed i sindaci del Mugello. Si è chiuso così il vertice che si è tenuto giovedì mattina, 16 febbraio, al Comune di Borgo San Lorenzo per fare il punto sugli interventi finanziati con il Bando nazionale Periferie che interessano l’area del Mugello: l’ampliamento dell’istituto superiore Chino Chini con 18 nuove aule a Borgo San Lorenzo e la riqualificazione del centro storico di Crespino del Lamone nel comune di Marradi, per un importo complessivo di poco meno di 2 milioni e 950mila euro.
Insieme al Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella erano presenti il sindaco di Borgo San Lorenzo e presidente facente funzione dell’Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni, il sindaco di Barberino di Mugello e consigliere metropolitano con delega all’Edilizia scolastica Giampiero Mongatti e il sindaco di Marradi Tommaso Triberti.
Un incontro assolutamente positivo e proficuo che è servito anche a gettare le basi per altri progetti di crescita del territorio mugellano, e in particolare riguardo alla mobilità e al turismo.
Il Mugello è territorio-cerniera tra la Città Metropolitana di Firenze e quella di Bologna e tra la regione Toscana ed Emilia-Romagna. Con un “forte gioco di squadra tra Sindaci”, come ha sottolineato il sindaco metropolitano Nardella: “Stamani – sottolinea – abbiamo fatto il punto su due progetti importanti per il territorio del Mugello, poco meno di 3 milioni di euro. Un territorio straordinario, parte integrante dello sviluppo della Città Metropolitana, un ruolo strategico tra la Città metropolitana di Firenze e quella di Bologna. Abbiamo per questo gettato le basi di un ampio progetto di mobilità e turismo attraverso un rafforzamento e riqualificazione della linea ferroviaria Firenze-Ravenna, la Faentina, anche in vista delle Celebrazioni Dantesche del 2021”.
“Sono due progetti importanti per il territorio – commenta Omoboni – che dimostrano capacità progettuali delle amministrazioni locali e forte sinergia con la Città Metropolitana che ha avuto un ruolo decisivo nel reperire finanziamenti. Finalmente riusciremo a dare una soluzione ai ragazzi che da 8 anni studiano in strutture prefabbricate. Come ha evidenziato il sindaco metropolitano Nardella il Mugello è territorio di cerniera tra due importanti Città Metropolitane, Firenze e Bologna; abbiamo quindi la responsabilità di farlo crescere, di progettare il suo sviluppo”.
Tra gli interventi approvati nell’area della Città Metropolitana di Firenze dal Bando nazionale Periferie, figura l’ampliamento dell’istituto superiore con 18 nuove aule: un investimento di circa 2 milioni e 800mila euro. Una priorità indicata dall’Unione dei Comuni con il Comune e la stessa scuola, e priorità per la Città Metropolitana inserita tra quelle approvate e finanziate dal “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”.
La nuova struttura scolastica sorgerà dietro all’attuale sede del Chino Chini e collegata ad essa. E sarà costruirà in legno, seguendo le più recenti tecniche costruttive : la suddivisione degli spazi interni è stata prevista in base alle esigenze e indicazioni avanzate dalla scuola e così si procederà per la destinazione funzionale definitiva. La progettazione esecutiva architettonica, compresi gli spazi interni, è a cura dell’ufficio tecnico della Città Metropolitana mentre quella riguardante impianti e strutture è già stata affidata, nei tempi previsti dal bando nazionale. La consegna dei lavori presumibilmente entro la fine di quest’anno. E nuove aule nel 2019: questo l’obiettivo rimarcato e ribadito stamani.
“Ci eravamo assunti un impegno con la scuola e gli studenti: lo stiamo rispettando – sottolinea il consigliere delegato della Città Metropolitana all’Edilizia scolastica Giampiero Mongatti – Ma in questi mesi per il polo scolastico del Mugello ne abbiamo portati a termine altri, attesi da tempo: l’allacciamento delle colonne sismiche al Giotto Ulivi, la realizzazione del parcheggio e dell’area antistante la sede del Chino Chini, il rifacimento degli spogliatoi della palestra”.

Il ‘Cammino della memoria’ è invece il progetto di riqualificazione del centro storico di Crespino, che prevede un importo di poco superiore ai 105.000 euro: recupero e restauro degli spazi con arredo urbano per favorire socializzazione e aggregazione, nuove panchine nella piazza della Chiesa vallombrosana e nelle vie circostanti, ma anche totem, pannelli informativi e un percorso commemorativo per ricordare l’eccidio del 1944 ad opera dei nazisti e le 42 vittime di quella tragedia, 42 civili inermi, tra cui il parroco don Trioschi, che furono fucilati sul greto del fiume Lamone.
La progettazione è in fase avanzata e sarà condivisa con gli abitanti della frazione con un percorso partecipato. L’inizio dei lavori è previsto a settembre, la realizzazione in due mesi. Per il sindaco di Marradi Tommaso Triberti “andiamo a riqualificare il centro della frazione, con un tributo alla memoria del barbaro eccidio. Questo è uno dei progetti di riqualificazione che abbiamo per le frazioni marradesi. E sono un impegno doveroso verso chi le vive quotidianamente, le mantiene e valorizza”.
Il 1° marzo a Palazzo Medici Riccardi l’incontro del Sindaco Nardella con gli amministratori di Chianti fiorentino, Valdisieve ed Empolese per fare il punto sugli interventi finanziati grazie al progetto presentato dalla Metrocittà al Governo.

Su http://www.florence.tv/presskit/ (nome utente: ospite / password: ospite) la cartella 16.02.2017 Bando periferie: Mugello con riprese e interviste di Florence Tv al Sindaco della Città Metropolitana Nardella, ai Sindaci Omoboni e Triberti e al Sindaco e Consigliere metropolitano Mongatti

MENU