Lavoro. L’Unifi istituisce la Commissione di certificazione dei contratti

Dal 1° ottobre 2020, presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Firenze, è operativa la Commissione di certificazione dei contratti di lavoro, composta dalla Prof.ssa Maria Paola Monaco, che attualmente la presiede, dalla Prof.ssa Maria Luisa Vallauri e dal Prof. William Chiaromonte.
Secondo quanto previsto dalla normativa vigente, la Commissione – che opera sull’intero territorio nazionale – svolge, in primo luogo, attività di certificazione dei contratti nei quali sia dedotta una prestazione di lavoro, nell’ottica di supportare le parti nell’individuazione della corretta volontà negoziale e garantire la correttezza formale degli accordi o delle singole clausole, stimolando, al tempo stesso, chiarezza e trasparenza dei comportamenti.
L’attività di certificazione oltre a produrre certezza nel rapporto fra le parti del contratto, genera riflessi positivi sul più ampio contesto economico-produttivo in termini di affidabilità degli attori e delle relazioni fra loro.
La certificazione dei contratti di lavoro, inoltre, è un dato rilevante ai fini della redazione del bilancio sociale annuale, attestando l’attendibilità dell’operatore economico nei confronti dei propri partner e stakeholder.
La procedura di certificazione, fissata nel Regolamento di funzionamento della Commissione di certificazione (https://www.commissionecertificazione.unifi.it/vp-111-regolamento.html) è avviata su impulso volontario delle parti interessate ed è molto semplice, presupponendo la sola presentazione di un’istanza sottoscritta dagli interessati e accompagnata dalla relativa documentazione.
La procedura è, altresì, rapida dal momento che il provvedimento, motivato e contenente l’indicazione del termine e dell’Autorità alla quale è possibile inoltrare il ricorso, viene rilasciato entro 30 giorni dalla presentazione della suddetta istanza.
La Commissione di certificazione, secondo quanto previsto dalla legge e precisato nel Regolamento di funzionamento, svolge altresì funzione di certificazione di clausole contrattuali contenti la tipizzazione di giusta causa e giustificato motivo di licenziamento; di clausole compromissorie di cui all’art. 808 c.p.c. relative alla devoluzione ad arbitri delle eventuali controversie nascenti dal rapporto di lavoro; di rinunce o transazioni di cui all’art. 2113, co. 4, c.c., a conferma della volontà abdicativa o transattiva delle parti; di accordi di demansionamento ai sensi dell’art. 2103, co. 6, c.c.; di regolamenti interni di cooperative, relativamente ai rapporti con i soci lavoratori.
Presso la Commissione, inoltre, si possono istituire camere arbitrali per la definizione di
controversie in materia di lavoro, può essere esperito il tentativo di conciliazione ai sensi dell’art. 410 c.p.c., e il datore di lavoro può proporre l’offerta facoltativa di conciliazione, di cui all’art. 6 d.lgs. n. 23 /2015, in caso di licenziamento di lavoratori assunti dopo il 7 marzo 2015.
Si ricorda che la normativa di riferimento attribuisce al Dipartimento presso il quale è incardinata la Commissione la possibilità di sottoscrivere, con istituzioni, ordini, associazioni ed enti, ovvero con professionisti, gruppi o loro associazioni, organizzazioni dei lavoratori o dei datori di lavoro, convenzioni per l’utilizzo dei servizi da questa offerti riservando ai fruitori delle convenzioni condizioni più vantaggiose.
Ogni informazione relativa alla Commissione di certificazione dell’Università degli studi di Firenze è reperibile sul sito web https://www.commissionecertificazione.unifi.it ed è contattabile all’indirizzo di posta elettronica commissionecertificazionefirenze@dsg.unifi.it

MENU