Covid Hotels e comunicazione alla Città Metropolitana

Albergo

I gestori delle strutture ricettive in cui sono ospitati pazienti o lavoratori ai fini dell’emergenza a spese dello Stato devono comunicare la loro condizione di Covid Hotels ed escludere queste persone dal conteggio ai fini della rilevazione dei movimenti turistici poiché ovviamente “non turisti”.

Se gli hotels sono interamente dedicati all’emergenza, risultano chiusi ai fini della rilevazione Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi.

Secondo Eurostat, i Covid Hotels svolgono la propria attività come fossero temporaneamente nella classe Ateco 55.9 “altri alloggi” (“short-stay accommodations for non-tourism purposes – non-visitors)”, tipologia in cui ricadono gli “alloggi per studenti e lavoratori – per motivi non turistici – con servizi alberghieri”. La 55.9 è cioè una classe fuori dagli obiettivi di indagine.

Chiediamo a tutte le strutture ricettive di cui sopra di fornire questa indicazione alla Città Metropolitana, in modo da rilevare dati omogenei per tutto il Paese.

MENU