Viaggio studio. Studenti della Metrocittà Firenze alla Fattoria della Legalità nelle terre confiscate alla mafia – Galleria fotografica e video

Viaggio studio a Lentini

Viaggio studio a Lentini

Gli allievi della III B del comprensivo ‘Rossella Casini’ di Scandicci sono a Lentini accompagnati dal Sindaco e consigliere metropolitano Sandro Fallani, dall’assessore Gian Marco Cecchini di Fiesole e dell’assessora Diye Ndiaye di Scandicci, coordinatrice del Tavolo legalità per la Città Metropolitana. Tre gli accompagnatori adulti della scuola, tra cui la Preside Dott.ssa Linda Di Ielsi.

In allegato una galleria fotografica del viaggio studio.
Su  https://youtu.be/x7F-9LyXDWQ

il video di Florence Tv utilizzabile dai canali sociali e dai media

Il viaggio di studio, promosso e finanziato dalla Città Metropolitana di Firenze nelle terre confiscate alla mafia a Lentini, è stato fatto in aereo da Firenze fino a Catania. Gli spostamenti sono poi fatti con i mezzi predisposti dalla Cooperativa Beppe Montana a Lentini. Tutto nasce nell’ambito del progetto ‘Piano metropolitano della Legalità di Firenze e provincia 2022’, che prevedeva al suo interno la realizzazione di un concorso rivolto agli studenti degli Istituti scolastici dei cicli di studio di 1° e 2° grado, i cui docenti avevano aderito al percorso formativo erogato dall’Associazione Libera, promosso dalla Città Metropolitana di Firenze. Lo ha vinto la III B dell’istituto Casini.
Il Gruppo è ospitato presso la “Fattoria della Legalità”, la struttura è stata realizzata grazie a un finanziamento di poco più di tre milioni di euro nell’ambito dei fondi del Programma operativo nazionale Sicurezza per lo sviluppo. La fattoria è stata inaugurata il lunedì 22 giugno 2015 alla presenza di Don Ciotti e diverse autorità.
La fattoria sorge su 42 ettari di terreni in contrada Cuccumella confiscati alla mafia e assegnati in comodato d’uso gratuito per 25 anni alla cooperativa sociale “Beppe Montana”, nata nel 2010 per gestire i beni sottratti alle organizzazioni criminose a Lentini, Belpasso, Ramacca e Motta Sant’Anastasia. Il progetto ha riguardato in questa prima fase la costruzione di un corpo polifunzionale per ristorazione, conferenze ed eventi culturali, di cinque edifici per i
pernottamenti con quaranta posti letto.
Venerdì scorso l’incontro con i genitori degli alunni per spiegare loro il programma.

Il Progetto “Piano metropolitano della Legalità di Firenze e provincia 2022” è attuativo dell’Accordo di Rete denominato
“Libera la tua terra per la promozione dell’educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità” firmato il 12 maggio 2021 tra la Città Metropolitana di Firenze, i Comuni di Bagno a Ripoli, Campi Bisenzio, Fiesole, Firenze, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, Scandicci e l’Ufficio Scolastico Provinciale di Firenze, al quale si sono aggiunti i Comuni di Sesto Fiorentino, San Casciano Val di Pesa e Calenzano per promuovere la consapevolezza e la pratica dei diritti e doveri
della convivenza civile e svolgere attività legate alla cittadinanza attiva e all’educazione alla legalità coinvolgendo le scuole, il mondo associativo e imprenditoriale, con l’obiettivo di arricchire il piano dell’offerta didattica e sensibilizzare gli studenti e la cittadinanza tutta all’impegno e alla lotta contro le mafie.