Variante di San Vincenzo a Torri, ci siamo

San Vicenzo a TorriDSC_9874_1587-1725x719Su proposta del consigliere delegato alla Viabilità Massimiliano Pescini il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha riapprovato lo schema di accordo di programma tra la Metrocittà e il Comune di Scandicci per il finanziamento dell’intervento sulla Sp 12 ‘Val di Pesa’ per la variante al centro abitato di San Vincenzo a Torri con la cassa di laminazione delle piene del torrente Pesa. “E’ una delle opere più attese dalla popolazione”, ha spiegato Pescini sottolineando “la ripartizione delle risorse messe in campo per realizzare il progetto: sei milioni di euro da parte della Metrocittà e un milione mezzo dal Comune di Scandicci”.
Martedì 20 giugno  a Scandicci la votazione per sbloccare il milione di euro da aggiungere ai 500 mila euro già versati dal Comune. “E’ un’opera che congiunge i comuni di Scandicci, San Casciano e le Signe – ha commentato Sandro Fallani, consigliere metropolitano e Sindaco di Scandicci – Si parla di questa opera da cinquanta anni. Andremo in gara e affideremo i lavori entro il 31 dicembre di questo anno. Il giorno dell’apertura dei cantierà rappresenterà anche una forma di grande restituzione popolare”.
In Consiglio Pescini ha ricostruito i passaggi all’origine dell’aggiornamento dell’accordo di programma. Con delibera della Giunta dell’ex Provincia del marzo 2005 fu approvato il progetto preliminare della variante. Il progetto definitivo “S.P. 12 Val di Pesa”, variante centro abitato di San Vincenzo a Torri integrata con il sistema di laminazione delle piene del torrente Pesa nel Comune di Scandicci” è stato approvato in linea tecnica con delbera della giunta provinciale nel gennaio 2009. Si dava atto, a riguardo, della conclusione favorevole della Conferenza dei Servizi.
In conseguenza dell’unificazione dei due progetti nonché delle prescrizioni espresse dagli Enti partecipanti alla Conferenza il costo dell’intervento è stato stimato in euro 5.157.337. Nel maggio 2009 in conseguenza delle nuove esigenze finanziare del progetto, la Provincia di Firenze ed il Comune di Scandicci hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con il quale i due Enti si impegnavano a partecipare al finanziamento dell’opera (2.900.000 euro la Provincia, 500.000 euro il Comune di Scandicci) e al contempo a richiedere alla Regione Toscana il finanziamento residuo necessario per la realizzazione della cassa di laminazione.
Nel febbraio del 2012 è stato approvato il progetto definitivo del primo stralcio, dell’importo complessivo di euro 4.475.663,72 (euro 2.975.663,72, Provincia di Firenze; euro 500.000, Comune di; euro 1.000.000 di Fondi Regionali), dichiarando la pubblica utilità dell’opera e segnalando che era necessario reperire un ulteriore finanziamento di un milione di euro per la realizzazione del secondo stralcio.
Nell’ottobre 2013 è stato approvato, in linea tecnica, il progetto esecutivo, lotto 1 e 2. Con l’adozione dello Schema di programma triennale delle opere pubbliche 2014-2016, l’opera è stata ricompresa nell’Elenco annuale. Nel febbraio 2014 è stato sottoscritto un apposito accordo di programma con il Comune di Scandicci per la realizzazione dell’opera.
Nell’aprile 2017 alla luce del prezziario lavori della Regione Toscana 2016 e delle nuove norme tecniche intervenute, la Città Metropolitana ha aggiornato il progetto per i lavori e approvato il nuovo quadro economico dell’opera che risulta essere pari complessivamente ad euro 7.500.000,00. Occorreva pertanto procedere alla sottoscrizione dell’aggiornamento dell’accordo d programma. Pertanto è stato riapprovato lo schema di accordo di programma e la delibera approvata dalla Metrocittà ha formalizzato che l’importo del progetto per i lavori di variante alla Sp 12 risulta essere pari complessivamente ad euro 7.500.000,00, di cui euro 6.000.000,00 a carico della Città Metropolitana e 1.500.000,00 a carico del Comune di Scandicci.

(Foto della Pro Loco di San Vincenzo a Torri )
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone