Unità di Crisi metropolitana per appalto Quadrifoglio: primi risultati per una vertenza complessa

Coinvolti 61 lavoratori per 29 dei quali è stata aperta una procedura di mobilità. Interessate 5 aziende mentre l’appalto scadrà il prossimo 30 aprile. Il tavolo si è aggiornato a giovedì 21

Quadrifoglio
Primo incontro in Palazzo Medici Riccardi dell’Unità di Crisi Metropolitana per la delicata vertenza inerente l’appalto relativo al servizio “Raccolta Carta/Cartone e RSU” di Quadrifoglio SpA.
Presenti oltre alle istituzioni (Città Metropolitana e Comune di Firenze), le aziende cessanti (Soc. Cooperativa CFT, Soc. Manutencoop di Pontedera e Cooperativa ATI Servizi), le aziende subentranti (Soc. Consorzio Astir e Soc. Eco.energia) e le organizzazioni sindacali.
Il tema centrale è rappresentato dal rischio occupazionale per 61 lavoratori suddivisi in quota parte in tre tipologie (contratto a tempo indeterminato, a tempo determinato e contratti interinali).
CFT e Manutencoop, nel quadro di una complessiva e positiva risoluzione della vertenza, si sono impegnate a reimpiegare 11 lavoratori.
Per quanto attiene alle aziende subentranti, nella prossima riunione del tavolo – fissata per giovedì 21 aprile – inizierà il confronto di merito con i sindacati.
Le stesse organizzazioni sindacali hanno richiesto la piena riassunzione di tutto il personale impiegato nell’ambito della procedura di cambio appalto, con il mantenimento dei livelli retributivi e normativi in essere.
Le istituzioni hanno sottolineato il clima fattivo che ha caratterizzato la riunione, propedeutico ad una composizione delle diverse posizioni espresse dalle parti.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone