Solidarietà e Spettacolo in favore del Mugello: Scandicci batte Firenze 3-1


SOLIDARIETA E SPETTACOLO

La Savino Del Bene Scandicci vince il derby della Solidarietà battendo il Bisonte per 3 a 0. Ma ciò che conta non è il risultato bensì le 600 persone e le più di cinquemila raggiunte dalla diretta social che hanno seguito questo splendido evento
Questa partita, organizzata dalla Città Metropolitana di Firenze, in collaborazione con il Comune di Firenze e il Comune di Scandicci, ha infatti portato tante persone al palazzetto per aiutare le popolazioni de Mugello recentemente colpite dal sisma.
La Savino Del Bene Scandicci è scesa in campo con Malinov in diagonale con Lubian, riadattata ad opposto, Pietrini e Milenkovic in banda, Adenizia e Stevanovic al centro e Merlo come libero.
Il Bisonte risponde con Turco opposta a Nwakalor, Fahr e Alberti al Centro, Degradi e Foecke in Banda e Venturi come libero.
L’inizio di gara vede una Savino Del Bene in avanti sotto i colpi di una Stevanovic debordante (7-5), Il Bisonte prova a reagire ma è sempre Stevanovic a regolare la situazione che, insieme ad una Lubian sugli scudi, allunga (14-9). La seconda parte di set è una sinfonia perfettamente suonata dalle scandiccesi che non si fermano e chiudono addirittura sul 25-16.
Nel secondo parziale l’equilibrio la fa da padrone, la Savino Del Bene Scandicci allunga, ma Il Bisonte risponde con Nwakalor e Foecke. Il break decisivo si ha solo sul 23-23 con la parallela di Lubian che si infrange sul parquet. A chiudere anche il secondo set è Adenizia che con una fast fa 26-24.
Il terzo set è una copia del secondo, punto su punto, azione su azione. Il Bisonte mette la testa avanti sul 3-4 con Nwakalor, ma la Savino prova la risposta fino al 5-7. I due punti di distacco restano fino a quando Il Bisonte non realizza il break vincente che dal 18-21 porta le ragazze di Cervellin fino al 21-25 finale.
Il quarto set, invece, vede la Savino Del Bene Scandicci sugli scudi che, tra i colpi di Milenkovic e le bombe di Lubian, arriva sul 8-2. Ma la situazione cambia drasticamente e Il Bisonte reagisce (12-7). Diversi errori scandiccesi portano le fiorentine sul 14-14 e poi due mani-out di Foekce mandano il risultato sul 16-16 La Savino Del Bene non ci sta ed ingrana la quarta siglando tre punti consecutivi e poi chiudendo sul 25-22.
Al di là del risultato sportivo positivo, per la Savino Del Bene e Il Bisonte Firenze, resta l’orgoglio di aver dato vita ad una grande giornata di sport e di solidarietà.
Le parole di Beatrice Molinaro: “Sono molto contenta di aver visto così tante persone sugli spalti per una nobile causa. Non poteva andare meglio di così. Sono felice e soddisfatta della mia prestazione; ci stiamo allenando per le prossime gare di gennaio e ci rivediamo qua il 15”

IL BISONTE FIRENZE: Alberti 5, Vittorini ne, Lapini ne, Meli ne, Foecke 9, Degradi 20, De Nardi, Turco 2, Fahr 8, Nwakalor 17, Venturi (L), Salimbeni ne. All. Cervellin.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Carraro 3, Malinov 1, Adenizia 8, Pietrini 14, Merlo (L1), Lubian 17, Cardullo (L2), Molinaro 10, Kosareva ne, Stevanovic 7, Milenkovic 7. All. Mencarelli.

Parziali: 25-17, 26-24, 21-25, 25-20.

Gli appassionati di volley e non solo hanno risposto come sempre presente all’appello della solidarietà: Volley Unita per il Mugello, amichevole fra Savino Del Bene Scandicci e Il Bisonte Firenze organizzata dalla Città Metropolitana di Firenze, ha richiamato al Palasport di Scandicci seicento persone, che hanno contribuito con le loro offerte ad aiutare le popolazioni colpite dal recente sisma in Mugello, vere beneficiarie dell’iniziativa. All’evento, presentato da Gaetano Gennai e da Francesca Vannini, hanno presenziato anche le istituzioni di Firenze, Scandicci e soprattutto dei Comuni del Mugello, mentre in campo Il Bisonte e Savino Del Bene si sono date battaglia come in ogni derby che si rispetti, ma più unite che mai nel segno della solidarietà. Sul fronte tecnico, il test (che si è concluso con la vittoria delle padrone di casa per 3-1) è servito soprattutto per tenere alti i ritmi in questa sosta invernale, nonostante le tante assenze da entrambe le parti a causa della concomitanza con i tornei preolimpici: Firenze ha dovuto fare a meno del suo coach Caprara (sostituito in panchina dal vice Cervellin) e di Dijkema, Daalderop, Santana e Maglio, Scandicci di Kakolewska, Bricio, Stysiak e Slöetjes.
Cervellin schiera Turco in palleggio, Nwakalor opposto, Alberti e Fahr al centro, Foecke e Degradi in posto quattro e Venturi libero, Mencarelli risponde con Malinov in palleggio, Lubian nell’insolita posizione di opposto, Pietrini e Milenkovic in banda, Stevanovic e Adenizia al centro e Merlo libero.
Il primo set è equilibrato solo all’inizio, poi Scandicci scappa e una sorprendente Lubian (sei punti nel set come Stevanovic) mette giù il punto del 25-17.
Nel secondo Mencarelli inserisce Carraro e Cardullo per Malinov e Merlo e poi Molinaro per Stevanovic e la sua squadra parte ancora forte, poi Il Bisonte, trascinato da Degradi (top scorer del match con 20 punti), rimonta e rientra sul 21-21 e ancora sul 24-24 (da 24-22), prima di cedere 26-24 con il punto finale siglato da Adenizia.
Nel terzo Il Bisonte gioca decisamente meglio, tenendo il controllo dall’inizio alla fine e chiudendo con un punto di Nwakalor (21-25).
Nel quarto Savino scappa ancora, Firenze rimonta sul 16-16 ma poi si fa sfuggire di nuovo le avversarie che chiudono 25-20.
LE PAROLE DI MARCELLO CERVELLIN – “Intanto voglio ringraziare le tante persone venute al palazzetto per un evento di solidarietà come questo, è bello poter fare qualcosa per chi è stato colpito da un sisma come quello dello scorso dicembre. Dal punto di vista tecnico invece il test è stato utilissimo, perché con così tante giocatrici via con le nazionali non abbiamo la possibilità di allenarci nel sei contro sei e di tenere il ritmo partita: più che il risultato contava la prestazione, e soprattutto toccare il pallone dopo le festività e dopo un periodo di carichi pesanti, e sono soddisfatto di quanto ho visto”.

SOLIDARIETA E SPETTACOLO

 

 

Una fase di gioco dell’amichevole pro Mugello fra Savino e Bisonte

MENU