Sant’Orsola, avanti con i lavori di riqualificazione

 

Completate le coperture, all’interno dell’ex monastero è in corso il restauro di antichi capitelli e affreschi. Da fine 2020 via alla ristrutturazione delle facciate

Completate le coperture, all’interno dell’ex monastero è in corso il restauro di antichi capitelli e affreschi. Da fine 2020 via alla ristrutturazione delle facciate

Colonne, capitelli, affreschi, archi e volte. La ristrutturazione dell’ex Monastero di Sant’Orsola prosegue senza sosta. Dopo la realizzazione delle coperture e in vista del recupero delle facciate i lavori proseguono all’interno, come nel chiostro grande, dove le colonne e i capitelli originali tornano a vedere la luce.

L’obiettivo della Città Metropolitana è infatti far rinascere l’antica bellezza del Monastero fondato nel Trecento, restituendo vita ad affreschi e manufatti antichi: per questo è in corso il restauro della seconda chiesa e stanno procedendo i saggi e le campionature nei locali dell’antica infermeria, che hanno permesso di rinvenire la decorazione cinquecentesca.

Nelle prossime settimane partiranno i lavori alle facciate, che avranno una durata di 18 mesi. Per questo intervento la Città Metropolitana di Firenze, proprietaria del complesso di Sant’Orsola, ha stanziato 2,8 milioni di euro: fra gli interventi previsti, il restauro e la ricollocazione del basamento in pietra, l’apposizione delle grate in ferro originali, la ricostruzione dei cornicioni, l’intonacatura delle facciate e l’apposizione dei portoni. (lb)

il video di Florence Tv utilizzabile da social e media

MENU