Sant’Orsola, ammessa domanda di valorizzazione

OrsolaDopo aver esaminato mercoledì mattina, in seduta pubblica, la documentazione integrativa richiesta dalla Città Metropolitana di Firenze in ordine alle referenze bancarie, è stata ammessa la domanda con l’offerta tecnica per la valorizzazione del complesso dell’ex convento di Sant’Orsola presentata dal costituendo Rti composto da: mandataria (Property Finance e Partners spa di Firenze) e mandanti (Almud Edizioni Musicale srl di Cascina, Sire spa di Firenze, Giulio Tanini spa di Firenze, Gervasi Spa di Firenze, Procogen srl di Impruneta, Gefat srl di Poggibonsi, Tanzini Quintilio e Figlio sas di Poggibonsi, Sant’Ilario srl di Poggibonsi, Bch srl di Firenze).
Verificata l’integrità della documentazione amministrativa si è potuto procedere anche all’apertura della busta con l’offerta tecnica, risultante composta, in tre copie, di: cd, relazione illustrativa, un allegato con gli approfondimenti progettuali particolarmente qualificanti e innovativi dal punto di vista del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale; nove tavole di progetto, di cui una con planimetria generale, relative ai piani dell’ex convento di Sant’Orsola; una relazione illustrativa; la proposta di piano e programma per la valorizzazione e la gestione del complesso; il cronoprogramma; la documentazione per la certificazione di sostenibilità ambientale.
“Esaminati tutti i materiali – spiega Benedetta Albanese, consigliera delegata al Patrimonio – la documentazione, con l’offerta tecnica, è stata nuovamente sigillata. Sarà valutata in seduta riservata dall’apposita Commissione che verrà nominata, come previsto da legge, dal Responsabile unico del procedimento”.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone