Parco di Pratolino. Nardella: “Rilanciamolo con l’Expo”

Verrà inserito in un ‘Percorso Mediceo’. Manni: “Vogliamo tenerlo aperto anche la sera”

Il Gigante dell'Appennino sotto la neve

Per il Sindaco metropolitano Dario Nardella il Parco di Pratolino “ha un potenziale turistico inespresso. Un’occasione per rilanciarlo è l’Expo. Inserirlo in un ‘Percorso Mediceo’ che da Palazzo Vecchio arrivi fino al Parco potrebbe essere motivo di grande risonanza”. A Borgo San Lorenzo, dove il Consiglio metropolitano si è oggi riunito, l’Assemblea ha approvato all’unanimità un atto di indirizzo presentato dal consigliere delegato ai Parchi, Alessandro Manni, per concludere il rapporto con l’Ati che aveva il compito di valorizzare, anche sotto il profilo delle iniziative culturali, il Parco di Pratolino.

I risultati non sono risultati all’altezza delle aspettative, anche in ordine alla gestione della locanda. “Quello a cui guardiamo è la gestione del futuro del Parco – ha spiegato Manni – Ho preso contatto anche con il Sindaco di Vaglia per un approfondimento. Puntiamo a una valorizzazione che passi attraverso il volontariato, la cooperazione sociali e anche le associazioni antincendio, particolarmente importanti per un parco che è da poco passato da 30 a 60 ettari di superficie visitabile. Se si tiene conto del resto delle aree, gli ettari sono cento. A breve il dirigente farà procedura ad evidenza pubblica per la gestione della locanda. E’ nostra intenzione creare le condizioni per cui il Parco possa essere aperto anche di sera”.

MENU