Palazzo Medici Riccardi

Palazzo Medici RiccardiBiblioteca Moreniana
La biblioteca nasce con l’acquisizione da parte della Deputazione Provinciale di Firenze nel 1870 della biblioteca appartenuta a Pietro Bigazzi. La raccolta , il cui fondo più cospicuo comprende parte della biblioteca di Domenico Maria Manni e quella di Domenico Moreni, compilatore della Bibliografia storica ragionata della Toscana (1805), è costituita soprattutto da documenti relativi alla storia e alla cultura Toscana.

Il Palazzo e il Museo
Palazzo Medici Riccardi offre al visitatore l’opportunità di ripercorrere almeno quattro secoli di storia dell’arte, dell’architettura e del collezionismo a Firenze.
Si può anche visitare il giardino di Palazzo Medici Riccardi
Le mostre a Palazzo Medici

Biblioteca Riccardiana
La famiglia Riccardi conobbe il momento di maggior prestigio quando nel 1659 Gabriello acquistò Palazzo Medici. Fra le più importanti nuove sale volute dai Riccardi si annovera quella su via Ginori che ospita la biblioteca, costruita negli anni settanta del Seicento per accogliere la raccolta libraria della famiglia. Francesco Riccardi vi fece trasportare dal palazzo di Valfonda l’importante biblioteca del prozio Riccardo Romolo Riccardi unendola alla raccolta libraria ereditata della moglie Cassandra, figlia di Vincenzo Capponi.
Già resa accessibile al pubblico dal suddecano Gabriello nel ‘700, nel 1810 fu messa all’asta e rischiò di essere dispersa. Salvata per l’intervento di importanti nomi della cultura fiorentina, dopo alterne vicende, la Riccardiana divenne biblioteca statale. Attualmente è un Istituto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Ultimo aggiornamento: 17-07-2017

MENU