Le pietre della memoria

Un video dedicato alle vittime della Shoah e delle dittature: i loro nomi su una targa nella Galleria delle Carrozze

“Le pietre della memoria” custodiscono il nome degli altri, il nome di chi doveva essere portato via dalla storia, strappato alla vita da un progetto distruttivo di morte. Nella Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi una grande targa riporta i nomi di tutti coloro che furono vittime della deportazione, a partire dagli Ebrei che furono condotti nei lager di Auschwitz, Mauthausen e nelle località di quella geografia infernale che ha rappresentato il punto più basso della storia dell’umanità.
Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana di Firenze, custodisce quei nomi non solo per rispetto dei morti e di chi ha sofferto ma anche perché questo ci serva da monito per il presente e per il futuro: chi dimentica la Shoah, l’orrore delle dittature, non costruisce futuro.
“Viviamo tutti – ricorda Anna Frank – con l’obiettivo di essere felici. Le nostre vite sono diverse, eppure uguali”.

I testi e le poesie del video sono di Michele Brancale, la regia di Domenico Costanzo e ha collaborato Ricciardo Artusi. Hanno collaborato alla direzione della fotografia Alberto Cavallini e interpretato i testi Jessica Guiggiani, Salvatore Costanzo e Laura Mileto.

Ufficio Stampa – Ufficio Cultura Città Metropolitana di Firenze
Testi e poesie: Michele Brancale
Collaborazione: Ricciardo Artusi
Direzione della fotografia: Alberto Cavallini
Attori: Jessica Guiggiani, Salvatore Costanzo, Laura Mileto
Regia: Domenico Costanzo

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
MENU