Metrocittà Firenze, 4 milioni e mezzo di euro di investimenti per le scuole superiori. Sbloccato il Patto di stabilità

Incontro con i presidi sull'art bonus

Il sindaco Nardella ha illustrato gli interventi ai dirigenti scolastici. La lista di tutti i progetti e le risorse destinate agli istituti del territorio metropolitano

In arrivo importanti investimenti per le scuole superiori dell’area metropolitana: si va dal rifacimento dei solai del Liceo Pascoli al restauro della copertura del Liceo Dante fino al restauro delle facciate della palestra dell’Istituto Vasari, passando dalla bonifica della copertura d’amianto dell’Istituto Enriquez. Sono solo alcuni degli interventi, che sono stati presentati stamani dal sindaco metropolitano Dario Nardella e dal consigliere delegato alla Rete scolastica Giampiero Mongatti in un incontro con i dirigenti scolastici degli istituti superiori del territorio, che si è tenuto a Palazzo Medici Riccardi.

I progetti erano già pronti ma il Patto di stabilità li teneva fermi da due anni. Ora, con lo sblocco del Patto, saranno investiti dalla Città Metropolitana circa 2 milioni e mezzo di euro per renderli esecutivi.

Le gare per l’affidamento dei lavori saranno svolte entro la fine del 2015 per i seguenti interventi:

Liceo Pascoli, rifacimento dei solai, Euro 239.000;

Liceo Pascoli, succursale, adeguamento Cpi, Euro 105.400;

Istituto Vasari, facciate della palestra, Euro 275.000;

Istituto Chino Chini, parcheggio, Euro 205.000;

Istituto Meucci, nuova cabina elettrica, Euro 150 mila;

Istituto Meucci, manutenzione degli spogliatoi della palestra, Euro 157.000;

Istituto Enriquez, bonifica della copertura d’amianto, Euro 1.007.000;

Istituto Volta, riqualificazione dell’impianto elettrico, Euro 165.000;

Liceo Dante, restauro della copertura, Euro 100.000;

Liceo Alberti, restauro delle facciate, Euro 200.000;

Istituto Machiavelli Capponi, restauro facciate, 200.000.

Per rispondere alle esigenze delle scuole, la Città Metropolitana ha deciso di vendere le sue quote in Toscana Aeroporti (che gestisce lo scalo di Pisa) in modo da fornire alla gestione diretta delle scuole fondi per gli arredi e la piccola manutenzione. Dalla vendita delle azioni si ricaveranno circa 300.000 euro.

A queste somme vanno aggiunte le voci del bilancio della Metrocittà destinate per 57.000 euro alla manutenzione e per 160.000 euro agli arredi. L’obiettivo è di ricavare queste stesse cifre, complessivamente riferite all’anno in corso, anche per il 2016.

Per i fondi da destinare agli arredi e alla piccola manutenzione nel 2016 la Metrocittà intende procedere ad ulteriori alienazioni per un importo di circa 540 mila euro.

La Città Metropolitana, inoltre, dispone di circa 600.000 euro per la manutenzione ordinaria direttamente garantita dall’Ente negli ultimi due mesi del 2015 e per tutto il 2016.

Nell’incontro con i dirigenti scolastici, il sindaco Dario Nardella ha illustrato anche le possibilità previste per le scuole, che hanno vincolo monumentale e culturale, dall’Art Bonus, strumento fiscale previsto con il Decreto legge n. 83 del 31 maggio 2014, che consente la detrazione dalle imposte fino al 65% dell’importo donato a chi effettua erogazioni liberali, negli anni di imposta 2015 e 2016.

Le scuole alle quali è riconosciuto particolare significato artistico e architettonico possono accedere a maggiori risorse per un restauro adeguato che ne valorizzi e rafforzi ulteriormente la bellezza e il prestigio. A questo scopo il sindaco Nardella scriverà una lettera alle famiglie degli studenti.

Le modalità per effettuare le erogazioni sono consultabili, insieme a tutte le altre informazioni, sul sito web artbonus.cittametropolitana.fi.it, compreso il primo elenco di interventi (con relativi progetti e importi) a cui destinare i proventi dell’Art Bonus per l’anno 2015: il liceo artistico Leon Battista Alberti, il liceo classico Dante, il liceo statale Machiavelli-Capponi, il liceo statale Giovanni Pascoli (sede e succursale) e il liceo artistico di Porta Romana. Per l’occasione è stato preparato anche un e-book illustrativo che si può scaricare dal sito web.

Nel corso dell’incontro è stato anche avanzato un patto tra istituzioni e dirigenti scolastici per far fronte alle occupazioni delle scuole, sul quale si è registrato una forte condivisione.

MENU