Metrocittà e Unione Comuni Empolese Valdelsa. Ok a proroga convenzione

Il Consiglio metropolitano di Firenze riunito a Fiesole
Approvata a voti unanimi dal Consiglio metropolitano riunito stamani a Fiesole

 

A voti favorevoli e unanimi del Consiglio metropolitano di Firenze è stata approvata a Fiesole, dov’era riunito presso la Sala del Basolato del Comune, la proroga della Convenzione tra Città Metropolitana e Unione dei Comuni dell’Empolese-Valdelsa. La seduta è stata presieduta da Brenda Barnini, Vice Sindaco metropolitano.

Tra le funzioni affidate all’Unione rientrano la pianificazione il controllo ambientale, la programmazione del ciclo di smaltimento dei rifiuti, e ancora la difesa del suolo, e ancora, per citarne altri, sviluppo economico, servizi culturali, viabilità e trasporti.
“Tutte le rappresentanze del Consiglio – ha detto Barnini – hanno colto il senso di questo provvedimento che non cristallizza la situazione esistente né mette un’ipoteca sul futuro, mentre consente la continuità dei servizi senza alcuna interruzione”.
Il provvedimento, stabilito dal Sindaco Dario Nardella il 13 febbraio scorso e la cui ratifica è stata istruita nella Commissione Affari Generali presieduta da Stefania Collesei, è stato illustrato all’Assemblea dal consigliere Massimiliano Pescini. “Questo atto – ha spiegato Pescini – dà certezza di servizi ai cittadini fino al 31 maggio, in attesa della piena applicazione della Legge Delrio. E’ un atto non solo dovuto alla struttura dell’Unine ma ai cittadini dell’Empolese Valdelsa perché i servizi siano erogati in continuità”.
“Votiamo favorevolmente – ha detto Marco Semplici (Forza Italia) – questo documento che assume un problema importante ma è di limitata applicazione. Dunque dobbiamo riaffrontare i termini della questione il prima possibile, per raggiungere un equilibrio virtuoso, senza sbagliare una mossa”.
Pieno assenso anche da Giovanni Policastro (Movimento 5 Stelle) che invita “valutare l’efficacia di questo atto per approfondire positivamente ogni aspetto e non trovarci impreparati al termine della proroga”.
Anna Ravoni (Liste Civiche) sottolinea come “le diverse funzioni vanno comparate ed elaborate nuovamente nel quadro dei rapporti tra l’Unione e il nuovo Ente. Per il momento il nostro voto è favorevole”.
Condivide l’analisi di Marco Semplici il consigliere Riccardo Lazzerini (Territori Beni Comuni): “L’Unione dei Comuni è un’esperienza che viene da lontano. La proroga che approviamo stabilisce anche il tempo utile per programmare un’azione complessiva e approfondita, con ottimismo”.
Per Francesca Paolieri, capogruppo del Pd, “è fondamentale garantire la prosecuzione dei servizi e la loro gestione che derivano dal precedente accordo con l’Empolese Valdelsa. Possiamo perciò dedicarci all’organizzazione complessiva delle relazioni tra Città Metropolitana e Unione”.
MENU