Unità di crisi metropolitana, nel 2016 seguite 28 crisi e vertenze aziendali

Coinvolte aziende che occupano 1.199 lavoratori. Il settore produttivo più interessato è stato quello dei servizi seguito da meccanico e commercio

grafico

La Città Metropolitana di Firenze diffonde i dati 2016 dell’Unità di Crisi, il tavolo politico – istituzionale ereditato dalla Provincia di Firenze nel 2015 e giunto al 28° anno di attività. Varie le situazioni affrontate nei diversi settori produttivi con una particolarità: gli appalti.
Sono 7 i casi di trasferimento di appalto per i quali le organizzazioni sindacali hanno richiesto l’attivazione dell’Unità di Crisi che attraverso la sottoscrizione di appositi verbali di accordo ha consentito di salvare circa 80 posti di lavoro.
Il settore tessile – abbigliamento ha fatto registrare importanti vertenze come quella che ha interessato la Guess Service che dopo tre serrati incontri è passata al tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico.
I dati sono consultabili nella Sezione “Unità di Crisi” del sito Web della Città Metropolitana che riporta il computo complessivo dell’attività 2015 – 2016 del tavolo di crisi, suddiviso per dati complessivi, aree territoriali e settori produttivi interessati.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone