Interventi della Metrocittà Firenze nelle Scuole superiori per garantire il rientro a tutti gli studenti

Per rispondere anche alle esigenze della didattica durante l’emergenza Covid, gli uffici competenti della Città Metropolitana di Firenze hanno aperto i cantieri e individuato soluzioni in circa 30 edifici scolastici di competenza (compresa la condivisione di aule per alcuni istituti), con una spesa complessiva di circa un milione e 300 mila euro.
Gli interventi saranno portati a termine entro l’inizio dell’anno scolastico, tranne due di edilizia pesante, che richiedono più tempo: le volte dell’istituto d’arte di Porta Romana e un’aula ex novo al Russell Newton. Sono state intanto predisposte 64 nuove aule.

Per gli edifici scolastici che per ragioni strutturali e caratteristiche tecniche non possono disporre degli spazi necessari a riprendere le attività didattiche in presenza al cento per cento, sono stati compiuti oltre 50 sopralluoghi e un numero esteso di contatti con privati per reperire le nuove aule. Gli esiti saranno formalizzati alle scuole interessate e, se accettati, contrattualizzati questa settimana: a Firenze per il liceo scientifico Castelnuovo, il liceo classico Galileo e l’Itis Meucci; ad Empoli per gli istituti Virgilio e Ferraris Brunelleschi. L’obiettivo è consentire il rientro in presenza al cento per cento degli studenti delle scuole superiori di Firenze e della Metrocittà.

In alcuni casi sono stati adottate soluzioni di didattica a distanza.

Gli uffici della Metrocittà stanno lavorando senza sosta dalla fine delle lezioni, a giugno, per fare rientrare in classe la quasi totalità degli studenti – sottolinea il Sindaco della Città Metropolitana – Sono state adottate anche alcune soluzioni di didattica a distanza ma contiamo di ridurre ulteriormente le difficoltà imposte dalle precauzioni antiCovid. Non ci siamo rinchiusi nel lamento ma abbiamo lavorato e stiamo operando per fare la nostra parte accanto a docenti, studenti e a tutti gli operatori scolastici.

Per la consigliera delegata della Città Metropolitana alla Scuola la Metrocittà non si è fatta cogliere impreparata dall’emergenza sanitaria e nonostante le comprensibili difficoltà e sarà in grado di rispondere anche al fabbisogno di ulteriori aule che è stato oggetto, nel corso dei mesi estivi, di un lavoro scrupoloso con privati ed enti, come evidenzia l’esteso numero di sopralluoghi e contatti, per arrivare a formalizzare le proposte alla scuole entro questa settimana. E’ una situazione eccezionale quella in cui si aprirà il nuovo anno scolastico e altrettanto straordinario è stato l’intervento condotto dai tecnici della Metrocittà che la consigliere ringrazia.

Come Città Metropolitana, osserva il consigliere della Metrocittà delegato al Tpl – l’ente è da mesi al lavoro per allestire un servizio di trasporto pubblico locale e scolastico puntuale ed efficiente nel rispetto delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria e della massima sicurezza per la salute dei cittadini. Per quanto riguarda il trasporto scolastico, dal mese di maggio sono stati promossi ripetuti incontri con tutti i soggetti coinvolti, sia plenari che con i singoli istituti scolastici per passare al vaglio ogni direttrice di trasporto scolastico. Lanciato anche un sondaggio rivolto agli studenti delle scuole superiori che aiuterà ad affinare ulteriormente le esigenze degli utenti e per questo invito tutti a rispondere al questionario.
La Città Metropolitana ha lavorato per garantire a tutti i cittadini dell’area metropolitana, ai 42700 studenti delle superiori e agli alunni delle scuole medie inferiori che devono spostarsi da Comune a Comune, il diritto a muoversi, che per la fasce più giovani è sinonimo di diritto allo studio. Le corse sono state razionalizzate al meglio e la Metrocittà è pronta ad apportare modifiche e migliorie se emergeranno eventuali criticità. Se necessario saranno messe in campo misure straordinarie, ricorrendo al supporto con operatori privati, bus turistici e Ncc, con un percorso di lavoro, dialogo e collaborazione con gli studenti e le scuole che proseguirà per tutto l’anno scolastico.
La Commissione Controllo e Garanzia convocata stamani, sottolinea il suo Presidente, ha verificato lo stato dell’arte relativo alla riapertura delle scuole e come queste si siano preparate ad affrontare la sfida del rientro negli istituti. La Commissione ha appreso il lavoro svolto dalla Città Metropolitana sul piano degli arredi e su quello strutturale con interventi di edilizia leggera che possano consentire il rispetto delle linee guida dettate sul Covid.
Ad una settimana dalla riapertura, per il Presidente della Commissione, ci sono alcune incertezze relative a qualche classe di pochi istituti per le quali si stanno cercando spazi adeguati, ma si confida che nelle prossime ore verranno trovate le migliori soluzioni per consentire l’avvio delle lezioni in presenza da parte di tutte le scuole e per tutti gli studenti.Ogni soluzione alternativa dovrà essere poi raccordata con le modalità di servizio del trasporto pubblico locale per consentire con minori disagi possibili gli spostamenti di studenti e docenti.

Di seguito ecco alcuni degli interventi e delle soluzioni adottate.

Firenze

Al liceo artistico Alberti Dante in via Magliabechi, in via san Gallo e via Puccnotti sono condotti interventi di ediilizzia leggera per 17 mila euro. Per la sede di via Puccinotti si cercano 3 aule per evitare la didattica a distanza per tre classi e uno spazio per le prove d’orchestra.

Recupero all’Istituto professionale Buontalenti di via di San Bartolo a Cintoia del secondo piano del museo della matematica (200 mila euro) per la realizzazione di dodici aule che saranno condivise anche con l’Isis Galilei.

Al Liceo scientifico Castelnuovo installazione di pannelli fonoassorbenti nella palestra di via Lamarmora e nella palestra di via della Colonna e ristrutturazione aule nei due plessi (42 mila euro)
Liceo scientifico Castelnuovo. Attualmente si stanno definendo soluzioni per nuove aule (12) per consentire il rientro al 100% in presenza nell’istituto di via Lamarmora

Per l’Iis Cellini-Chinnici in via Masaccio rese disponibili 5 aule al secondo piano alla succursale del Buontalenti in via dei Bruni.

Al Liceo scientifico da Vinci demolizione di muro/tramezzo al piano primo tra due aule, ripristino dell’intonaco dei soffitti delle aule e tinteggiature; telone di separazione in palestra (70 mila euro)

al Liceo classico Galileo revisione degli infissi in legno (10 mila euro). Attualmente si stanno definendo soluzioni per nuove aule (18) per consentire il rientro al 100% in presenza.

all’ Istituto d’arte di Porta Romana consolidamento di tre volte e realizzazione di una balaustra per 208 mila euro; Turni mattina e pomeriggio

All’Itis Meucci attualmente si stanno definendo soluzioni per 5 nuove aule per consentire il rientro al 100% in presenza. Riqualificazione degli spazi sportivi esterni.

Al Liceo classico Michelangelo rimozione di una parete in cartongesso per ricavare un ingresso destinato a percorso precauzionale antiCovid; realizzazione di parete in cartongesso con porta per separazione dell’area segreterie; quindi rifacimento/riparazione della pavimentazione del cortile su Borgo Pinti; Insonorizzazione dell’aula Borsi n.135 (da utilizzare come aula); sistemazione e messa in sicurezza cortile magnolia zona ingresso (40 mila euro complessivi);

All’Iis Morante Ginori Conti di via del Ghirlandaio lavori per trasferire vice presidenza e segreteria al piano primo della palazzina, che diventano così aule; tinteggiatura completa locali interessati e rialzamento corrimano scale (30 mila euro);

all’Iis Morante Ginori Conti in via Chiantigiana separazione dello spazio dell’aula magna con una pannellatura in cartongesso (3500 euro);

al Liceo scientifico Gramsci di via del Mezzetta rampa per i disabili, sostituzione vetrata mobile nel laboratorio di informatica, pavimentazione esterna, ristrutturazione della scalinata dell’aula video (35 mila euro);

all’Iis Peano di via del Sarto rifacimento completo del locale bar; ripristino pavimentazione aule, sistemazione della pavimentazione esterna per consentire ingressi differenziati (25 mila euro);

al Liceo Scientifico Rodolico di via Baldovinetti divisione dello spazio del laboratorio di fisica per realizzare un’aula didattica; realizzazione camminamenti esterni (10 mila euro);

all’Istituto professionale Saffi di via del Mezzetta interventi per pavimentazione antitrauma nell’area esterna accanto al campo di basket; ripristino intonaci e tinteggiature in un’aula al piano terra; controsoffitto della biblioteca e pavimentazione dell’area San Salvi (50 mila euro).

Bagno a Ripoli

All’Isis Gobetti Volta di Bagno a Ripoli: abbattimento di una parete in cartongesso tra due aule al piano terra, lato Gobetti. Abbattimento parete in cartongesso tra laboratorio informatica 1 e 3 al piano terra, lato Volta. 4 porte per aule e 2 porte di sicurezza per laboratori (12 mila euro). Verrà realizzata una nuova aula didattica. Prossima (ottobre) la consegna dell’ampliamento di 8 aule didattiche.

Borgo San Lorenzo

Ampliamento di 3 aule al Liceo scientifico Giotto Ulivi (15 mila euro). Prevista la consegna di 18 nuove aule didattiche nel mesi di novembre.

Scandicci

All’Isis Russell Newton modifiche in biblioteca per realizzazione di aule didattiche e due nuove aule esterne (190 mila euro di lavori complessivi);

Sesto Fiorentino

Al liceo Agnoletti in via Ragionieri. Sede: le classi 1°,3° e 5° in presenza 100%; le 2° e 4° didattica a distanza un giorno a settimana. Riqualificazione degli spazi sportivi esterni. Operate modifiche interne con pareti mobili.

All’Iiss Calamandrei, sede centrale di Via Milazzo, al primo piano due aule sono state unite attraverso la demolizione di un muro;
stesso provvedimento alla succursale Tifariti, al piano primo (63 mila euro per tutti e due gli edifici). Per ogni classe di 25 persone: 20 in presenza e 5 in didattica a distanza.

Empoli

All’istituto Fermi rientro al cento per cento degli studenti.

All’Iis Virgilio di Empoli: recupero di 5 aule nei locali dell’ex convento in via Fabiani adiacente il plesso scolastico (50 mila euro). Si stanno definendo soluzioni per altre 9 aule congiuntamente alla succursale in via Fucini.

Al Liceo scientifico Pontormo abbattimento della parete in cartongesso tra due aule, abbattimento di una parete al piano terra tra due aule, abbattimento di una parete al piano terra tra due aule con demolizione gradini, tamponamento porta esistente e modifica infisso per accesso diretto all’area esterna, sistemazione con nuova pavimentazione delle zone scala antincendio (lato Pisa e lato Firenze) da utilizzare in sicurezza per l’ingresso scaglionato degli alunni; sistemazione della zona “giardino”tra via Sanzio e via Bonistallo con realizzazione campo in erba sintetica per attività motoria all’esterno (46 mila euro). 100 per cento degli studenti in presenza.

All’Iis Ferraris Brunelleschi: abbattimento di parete divisoria tra aule costituita da pannello prefabbricato. Individuazione di campetto all’esterno per attività sportiva. Sistemazione della pavimentazione esterna sconnessa; sistemazione camminamento esterno sul lato posteriore della succursale di via Bonistallo; parete in cartongesso tra aula topografia e segreteria (40 mila euro).
Si stanno definendo soluzioni per almeno 4 aule da 18 persone congiuntamente a It Brunelleschi: in fase di reperimento.

Fucecchio

All’Isis Checchi ex Virgilio in Piazza Vittorio Veneto. Per 9 classi 7 persone svolgeranno didattica a distanza, tutte le altre in presenza. Interventi di ediliza leggera per 7 mila euro.

MENU