Dichiarata l’eccezionalità dei danni da cinipide del castagno

Galla da cinipide su un castagno in una immagine dal sito della Provincia di Bolzano

Le imprese agricole possono presentare domanda per gli interventi compensativi entro il 17 gennaio 2016

Si porta a conoscenza che sulla Gazzetta Ufficiale n. 282 del 3/12/2015 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale 24260 di declaratoria di eccezionalità dei danni causati dal cinipide del castagno (Dryocosmus kuriphilus) . Tale calamità interessa le produzioni dei comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Londa, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, San Godenzo, San Piero a Sieve, Scarperia,  Vaglia, Vicchio nel periodo dal 15/10/2014 al 15/12/2014.

Le imprese agricole ricadenti nei territori sopra indicati possono presentare istanza per l’attivazione degli interventi compensativi come previsto dall’articolo 5 comma 2 lettera a) e d) del D.lgs n 102 del 2004, entro e non oltre il 17/01/2015, alla Regione Toscana ( farà fede il timbro postale) .

Nell’istanza ,ai sensi del’articolo 76 del D.P.R n .445 del 2000 ,il richiedente deve dichiarare:

  • di essere imprenditore agricolo ai sensi dell’art. 2135 del codice civile

  • di essere impresa agricola iscritta alla C.C.I.A.A

  • che l’azienda ricade nell’area delimitata ai sensi del D. Lgs 102/2004 per l’evento calamitoso in oggetto

  • di avere subito un danno superiore al 30 per cento a carico delle produzioni colpite
  • che l’azienda, in relazione all’ordinamento colturale praticato nell’annata agraria 2013/2014 ha avuto un danno calcolato secondo i criteri previsti dell’art. 5, comma 1 del Decreto Legislativo 102/2004 pari al (indicare la percentuale %) della produzione lorda vendibile media ordinaria, esclusa quella zootecnica.

  • che il danno ammonta ad euro…

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone